Piano Ferie Excel: il calendario per il 2022

piano ferie excel per aziende

Le ferie nascono per permettere ai lavoratori il recupero delle proprie energie psico-fisiche. In un contesto aziendale quindi, diventa di fondamentale importanza la stesura di un piano ferie che ne consenta la pianificazione, con lo scopo di non compromettere la prosecuzione dell’attività. Nelle prossime righe dunque, vedremo insieme a cosa serve nel dettaglio un piano ferie, quali sono i vantaggi dal punto di vista operativo e gestionale, e come realizzarne uno.

Modello piano ferie: a cosa serve?

Come anticipato, un piano ferie ha due precise finalità. Dal punto di vista del lavoratore chiaramente permette di aver sempre ben chiaro il periodo delle proprie ferie e di quelle dei propri colleghi. Dal lato dell’azienda invece, il piano ferie serve per mettere in atto una corretta pianificazione per il proseguimento delle attività lavorative.

Nel determinare la quantità di ferie assegnate a ogni lavoratore, e il periodo dove queste verranno effettuate, il responsabile dovrà tenere in considerazione quelle che sono le prescrizioni di legge legate alla fruizione del periodo minimo di ferie. Questo perché per chi non le rispetta sono previste sanzioni piuttosto rilevanti.

Ad ogni modo, la fissazione delle ferie di ogni individuo non deve essere decisa in maniera arbitraria dall’azienda, ma al contrario deve essere il risultato di una mediazione tra le due parti, così da far incontrare gli interessi del lavoratore con le esigenze produttive. Il piano ferie aziendale quindi, dovrà essere compilato da tutti i dipendenti.

Una volta completato, dovrà essere autorizzato dall’azienda. I singoli contratti collettivi però, potrebbero imporre all’azienda di stabilire il piano ferie di comune accordo con le RSU. In sintesi, quelli seguenti sono i tre punti principali che il datore di lavoro dovrà considerare per predisporre il piano ferie:

  • Esigenze produttive.
  • Esigenze di carattere personale manifestate dai lavoratori, possibilmente in forma scritta.
  • Normative sulla fruizione delle ferie e relative sanzioni in situazione di inosservanza delle stesse.

I vantaggi di un piano ferie

A questo punto sarà sicuramente più chiaro a cosa serve un piano ferie e quali sono i suoi vantaggi. Poter mettere nero su bianco le ferie di tutti i dipendenti, soprattutto in realtà aziendali medio grandi, è di fondamentale importanza per evitare dimenticanze ed errori che come detto potrebbero portare a sanzioni considerevoli.

Ad esempio, colui che predispone il piano ferie, dovrà necessariamente attenersi al cosiddetto criterio di prudenza, assegnando in maniera prioritaria le ferie prossime alla scadenza per essere godute. In aggiunta, sarà anche necessario individuare quali sono i lavoratori che possiedono un saldo ferie piuttosto importante per permettere loro il giusto recupero psico-fisico.

Pianificazione ferie Excel: vantaggi e limiti

Quali strumenti utilizzare per realizzare un piano ferie? La prima strada percorribile è quella di utilizzare il noto applicativo di casa Microsoft, ovvero Excel. In rete è possibile trovare moltissimi tutorial completi di formule che permettono di realizzare un piano ferie Excel gratis. Chiaramente è necessaria un minimo di dimestichezza nell’utilizzo del software.

In alternativa è possibile anche ricorrere ai tanti modelli per realizzare un piano ferie Excel pronto per il download. Si tratta di una soluzione sicuramente più sbrigativa, ma che comunque potrebbe non sposarsi perfettamente sulle esigenze aziendali. Ma per una realtà imprenditoriale, usare Excel senza comunque metterne in discussione la validità, è un rischio.

Inizialmente il noto software era infatti da considerarsi la migliore scelta possibile, perché si trattava dello strumento di calcolo più efficiente per gestire digitalmente numerosi ambiti, compreso quello delle ferie. Ad oggi però, esistono una serie di soluzioni che sono state capaci di semplificare l’utilizzo strategico dei dati, rendendo Excel sostanzialmente obsoleto. Di seguito i principali motivi:

  • Rischio di errori legati all’immissione multipla di informazioni e relative correzioni.
  • Perdita di tempo rispetto ad un programma ideato apposta per lo scopo.
  • Il non rispetto delle ferie a causa di file poco ordinati.
  • Numero eccessivo di impostazioni necessarie per ottenere una corretta visione d’insieme.
  • Assenza di trasversalità data dal fatto che creazione e aggiornamento delle schede avvengono manualmente.
  • Scarsa leggibilità delle informazioni.


Tutti quelli elencati sono validi motivi per cui realizzare un piano ferie con Excel, soprattutto in aziende medio grandi, rischia di essere estremamente limitante. Come detto esistono soluzioni alternative, ovvero applicativi realizzati in maniera specifica per lo scopo e spesso anche su misura per quella determinata realtà aziendale.

In conclusione

Un Piano Ferie Excel, sebbene possa essere un trampolino di lancio per la propria attività lavorativa, è purtroppo esposto a vulnerabilità.

Affinché si possano evitare problematiche annesse è opportuno capire le necessità e le esigenze nel comparto delle Risorse Umane, al fine di capire, insieme ad un parere esperto, come gestire la cosa con l’adozione di opportune soluzioni software.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *